lunedì 27 febbraio 2017

Un paio d'ali e via al carnevale!


Come promesso, un pò di vita odierna 😊.
Non sono mai stata un'amante del carnevale, si sa, tanto meno delle maschere, ma ora che ho una bimba ogni occasione è buona per fare festa, stare fuori e vivere delle esperienze insieme. Il mio modo d'essere mi porta a pianificare il più possibile, cercando di mettere a punto le nostre uscite volta per volta, per renderle meno stressanti e, di conseguenza, il più piacevoli possibile. Mi piace uscire con la mia piccola famiglia perché porta a conoscerci meglio, a gestire situazioni impreviste che si trasformano poi in occasioni di crescita personale e familiare; a volerci ancor più bene e il tutto è utile come base su cui costruire legami e ricordi 👪.

Lo scorso anno, Ophelia aveva una semplice tutina che richiamava la "fragola" (qui è possibile vedere alcune immagini) scelta per caso e quasi all'ultimo; per quest'anno non sapevo come mascherarla, voglio dire, non volevo metterle addosso qualcosa che non le piacesse o che non le si addicesse. Quindi ho iniziato ad andare in giro per negozi come H&M e vedere, anzi, osservare cosa le piaceva, cosa l'attirava: paillettes, lustrini e indumenti pelosi erano i suoi preferiti. Era bello vedere le sue espressioni di piacere quando le provavo qualcosa addosso di ciò che lei aveva in un qualche modo scelto. Così in diverse uscite ho raccolto informazioni sufficienti per mettere insieme una "maschera", formata da indumenti che può tranquillamente indossare terminato il carnevale, o come vezzo, se le va. Adoro questa bambina che crescendo, mostra gli aspetti della sua personalità 💗.

Bene, ora vi mostro alcune foto di domenica scorsa al Carnevale di Fano (qui e qui le precedenti edizioni). 
Quest'anno abbiamo anche preso il "prendigetto": un cono che serve a raccogliere i dolciumi che vengono lanciati dai carri e dalle tribune. C'è da dire che non basta avere quell'oggetto per prendere più dolci possibili, ma occorre anche impegno e una buona dose di fortuna; se poi ci si aggiunge una figlia in braccio, le macchine fotografiche e il passeggino, il tutto diventa ancor più arduo e anche solo aver raccolto un cioccolatino può essere una soddisfazione 😉.

Per visualizzare il resto delle foto, cliccate Read more!



...allora, spiego: questa foto, non è storta, ma è artistica, ha il suo perché, è in asse: c'è babbo, sopra c'è Ophelia, sopra ancora c'è Masha il tutto in linea col tronco e il cartello. Giusto? ...o no? A. è perplesso 😅 
...è una rarità avere una foto di famiglia senza scomodare qualcuno per farla 😁; quindi pazienza se i miei occhi andavano a fuoco per via del sole contro.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...