Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

sabato 24 maggio 2014

Roma giorno 4

Eccoci finalmente giunti all'ultimo giorno trascorso a Roma (scusate il ritardo con cui posto le foto, la vita reale è così impegnativa!).
Non avevamo molto tempo a disposizione, saremmo tornati a casa con il treno delle 15.30, quindi dovevamo visitare qualcosa che non ci avrebbe portato via troppo tempo.
Dal b&b ci siamo quindi diretti verso la Domus Aurea...peccato che abbiamo poi scoperto che questa era chiusa al pubblico!


Così, dal parco ci siamo incamminati alla volta delle Terme di Caracalla.

Come sempre, per visualizzare il resto delle foto, cliccate Read more!

lunedì 19 maggio 2014

venerdì 16 maggio 2014

Roma giorno 3 (parte prima)

Per il terzo giorno a Roma avevamo programmato di andare al Vaticano, per visitare i Musei Vaticani e la Basilica. 
Abbiamo scattato moltissime foto e scegliere quali pubblicare non è stato facile. Per questo motivo, ho deciso di dividere in due parti questa giornata.

* * * Musei Vaticani * * * 

Da turista a turista, mi sento di dare questo consiglio: prenotate i biglietti per i Musei! 
Costano molto, è vero, se poi ci aggiungete la prevendita il prezzo sale ancora, ma almeno evitate ore di fila...



Ah, dimenticavo! Già che ci siete, acquistate anche l'audio guida, vi servirà; noi non l'abbiamo presa, ignorando completamente la sua utilità, ma una volta entrati ai Musei ne abbiamo sentito la mancanza e ci siamo fatti bastare quelle poche informazioni che trovavamo nelle targhette. 



Per visualizzare il resto delle foto, cliccate Read more!

lunedì 12 maggio 2014

Organizzazione domestica e ringraziamenti

Dopo la laurea, ho avuto molto tempo libero da gestire ed ho sentito la necessità di occuparmi di qualcosa di utile, in attesa di un'occupazione. 
La condizione (spero momentanea) di casalinga mi ha portato a riflettere sulle azioni svolte da questa "figura", in particolare, quelle necessarie per avere e mantenere una casa pulita ed in ordine, perché parte del benessere mentale. Quindi, ho iniziato ad osservare la mia casa e mi sono resa conto che avevo lasciato indietro e/o trascurato molte cose: da qui l'esigenza di prendere in mano la situazione. Di natura odio vivere in un ambiente disordinato e poco pulito, ma prima ero molto impegnata e poco in casa per cui non potevo dedicarmi con cura a tutto ciò che riguardava l'ambiente domestico e mi limitavo allo stretto necessario. 
In questa nuova condizione, dapprima ho proseguito con quelle che erano, per me, le pulizie ordinarie, successivamente mi sono resa conto che queste non erano sufficienti al mio scopo: avevo necessità di consigli. Così, in un pomeriggio di noia e solitudine, in cerca di ispirazioni e consigli, ho digitato su Google "organizzazione domestica" e, con mio stupore, mi sono imbattuta in una moltitudine di risultati. Dopo aver letto qua e là, alla fine ho ritenuto validi i consigli di un paio di donne che, gentilmente, hanno voluto condividerli nei loro blog. E quindi:

- un GRAZIE a Koko Pi che, attraverso i consigli di Flylady, mi ha aiutata a capire cosa s'intende fare le pulizie di fondo, le azione da fare, e quali siano invece, le pulizie di routine; certo, il tutto l'ho adeguato ai miei spazi abitativi e al mio ritmo di vita, ma mi sono stati molto utili come base di partenza;

- un GRAZIE a Una mammetta pasticciona che mi ha portato nel mondo della casalinga degli anni '60, con qualche piccola rivisitazione. La sua distribuzione delle faccende durante la settimana mi ha trasmesso (non sto scherzando) molta tranquillità e calma, quindi ho utilizzato il suo schema per creare il mio. Il calendario settimanale da lei descritto l'ho trovato molto in sintonia con me poiché, come ho detto, trascorro molto tempo in casa. 

Organizzare ciò che devo fare mi fa sentire bene, mi toglie l'ansia, quindi mi da una certa sicurezza, ed inoltre non mi fa perdere tempo (questo è ciò che facevo anche quando andavo all'università con le diverse materie ed esami). 
Oltre che le faccende domestiche, trovo che abbia un duplice vantaggio organizzare anche i pasti della giornata: il primo è dato dal fare una spesa razionale sulla base dei pasti previsti per la settimana (con l'elasticità di poter invertire quanto programmato per un giorno con l'altro per necessità impreviste), il secondo è dato dal sapere in anticipo ciò che si andrà a cucinare, quindi sapere il tempo che servirà in modo da organizzare le attività prima e dopo con logica. 
In realtà, anche le pulizie domestiche che inserisco nel mio piano non sono mai così ferree; un giorno potrei non aver voglia di fare quanto previsto oppure potrebbe presentarsi un'imprevisto che fa saltare il programma. Quindi, l'elasticità è alla base del piano settimanale, sia per le attività che per i pasti.

A questo punto, vorrei condividere il modo in cui, attualmente, ho programmato la mia settimana, incluso tutto ciò che riguarda la casa e non (magari potrà essere utile a qualcuno, chi lo sa...).

LUNEDI': la mattina eseguo le pulizie di routine + zona 1 (sala/ingresso + bagno); il pomeriggio vado a correre + attività a scelta dell'elenco.
 MARTEDI': la mattina vado in piscina e il pomeriggio è dedicato alla lettura.
MERCOLEDI': la mattina eseguo le pulizie di routine + zona 2 (cucina); il pomeriggio vado a correre + attività a scelta dell'elenco.
GIOVEDI': la mattina vado in piscina o a fare la spesa per la dispensa (alimentare e/o detersivi/prodotti vari), secondo l'esigenza; il pomeriggio è dedicato alla lettura.
VENERDI': la mattina eseguo le pulizie di routine + zona 3 (camera + bagno + stanza scrivania/armadi); il pomeriggio è dedicato al relax, inteso come cura della persona e/o ad un giro di piacere per negozi per eventuali acquisti (anche qui utilizzo una lista, la wishlist che mi permette di fare acquisti consapevoli e mirati - vedi sotto- )
SABATO: la mattina di solito eseguo solo pulizie di routine in maniera veloce e faccio la spesa alimentare, dopo aver programmato i pasti della settimana; il pomeriggio è libero, come pure la DOMENICA. 


N.B.: ho creato, per comodità, una lista con le pulizie di routine...se non altro perché possa prenderci l'abitudine! Eccola qui:
  1. lavare le tazze della colazione e pulire il lavandino della cucina
  2. II piano: aprire le finestre, ripiegare le coperte e le lenzuola sulla sponda del letto, senza disfarlo completamente, per farlo arieggiare, sbattere i tappeti, pulire velocemente i sanitari e lo specchio (se necessario), rifare il letto, spolverare velocemente la camera e la zona scrivania, passare swiffer e rimettere i tappeti; chiudere le finestre.
  3. scale: spolverare velocemente le cornici e lo specchio, pulire il davanzale e la finestra (+ persiana se troppo sporca)  quindi passare swiffer
  4. sala: aprire le finestre, sbattere il tappeto dell’entrata, riordinare i plaid, il divano e le poltrone, spolverare velocemente rimettendo in ordine gli oggetti fuori posto, quindi passare swiffer, l’aspirapolvere e lo straccio; chiudere le finestre.
  5. bagno I: aprire la finestra e sbattere i tappeti, pulire velocemente i sanitari e lo specchio (se necessario), passare l’aspirapolvere e lo straccio; chiudere la finestra.
  6. cucina: aprire la finestra, togliere tutti gli oggetti dal piano della cucina, pulire e riordinare, quindi passare l’aspirapolvere e lo straccio; chiudere la finestra.
  7. occuparmi del bucato e controllare gli asciugamani nei bagni se sono da lavare
N.B.2: ho una lista anche per le pulizie di fondo, divisa per zone...così evito di saltare qualcosa; ho anche la zona 4, che sarebbe la cameretta ma, per ora, è abbastanza libera, per cui non necessita di pulizie di fondo, sono sufficienti quelle di routine. Evito di riportarla perché è fatta su misura per casa mia ma, come ho detto, il modello base è quello FlyLady.

N.B.3: ho stilato un elenco di attività da svolgere nel tempo libero perché ho notato che mi torna utile quando il mio cervello si "azzera". Di seguito, alcune di esse:
ð cura della persona (corpo, viso e capelli)
ð  controllare la posta
ð ricerca lavoro EP e corsi aggiornamento
ð informarmi su mostre, eventi, concerti, cinema
ð leggere (2-3 ore al giorno almeno)
ð corsa (3-4 volte la settimana min.)
ð piscina (a seconda della stagione e secondo le disponibilità economiche e di tempo)
ð aggiornare il blog
ð mettere in ordine le ricette
ð riordinare la cartella con le carte raccolte dalla scrivania
ð curare le piante (travasarle se necessario in primavera) e concimarle una volta la settimana
ð tenere in ordine i balconi
ð tenere in ordine gli armadi, lavare sciarpe, cappelli e maglioni lana al cambio stagione
ecc...

N.B.4: la wishlist riguarda gli acquisti personali, per A. (se desidero fargli un regalo) e per la casa, che suddivido secondo il criterio want, need, wear, read (qualcosa che si desidera, qualcosa di cui si ha bisogno, qualcosa da indossare, qualcosa da leggere) che ho trovato grazie a Bleubird. Dopo aver fatto questa wishlist,  a seconda delle disponibilità economiche, compro quanto messo in elenco, con la consapevolezza di ciò che ho acquistato: eh si perché è facile cadere nell'acquisto impulsivo, con tutte le conseguenza che questo comporta (senso di colpa, malessere, spreco economico, inutilità dell'oggetto), specie se si tratta di abbigliamento (potrei fare un post solo per questo argomento e ringraziare alcuni fashion blogger -non italiani- che seguo) . E' un pò che utilizzo questo criterio per fare acquisti e sento che, per me, è quello giusto. Provate anche voi ;)

venerdì 9 maggio 2014

Roma giorno 2

Per questo secondo giorno avevamo parecchie tappe in programma. 
Per questo, ci siamo svegliati presto, abbiamo fatto una buona colazione e via!
Attenzione gentili lettori, in arrivo una bella scarica di foto!


Per primo abbiamo visitato il Colosseo e per fortuna che non abbiamo dovuto fare la fila!






C'è da dire che si potrebbe rimanere un'intera giornata dentro al Colosseo, tanta la bellezza che ti riempe dentro; se poi inizi ad osservare, anziché guardare, è la fine.

Proseguendo il nostro tour, la tappa successiva erano i Fori Romani.

Per visualizzare il resto delle foto, cliccate Read more!

giovedì 8 maggio 2014

Wishlist album

Spesso capita di leggere, in vari blog, liste desideri che riguardano il vestiario, come se l'armadio altro non fosse che un luogo di stoccaggio, atto a contenere i capi che la moda, in quella stagione, propone. 
Per carità, nulla contro chi desidera avere l'ultimo grido, del resto neanch'io sono fuori da questo circuito, solo che ci sono altre cose che vorrei, più importanti di un capo nuovo, qualcosa che ti lascia un segno dentro e ti emoziona, qualcosa che dura nel tempo....come questi album. 
Non appena avrò l'occasione li acquisterò. Dove? Ovviamente su Amazon.

"The Silicone Veil" Susanne Sundfør (qui)



"Neveroddoreven" I Monster (qui) 






La musica è fondamentale nella mia vita, da sempre. 
Finché ero molto piccola, mi toccava ascoltare roba italiana anni '60 ma come ve lo spiego....era come se sentissi che quella roba non era in sintonia con me stessa...insomma, non la gradivo, ma a mia madre piaceva molto e quindi fingevo che mi piacesse. 
Però ricordo che amavo molto le canzoni di Luigi Tenco, e già allora mi chiedevo il perché solo le sue canzoni mi potessero piacere. Quando seppi del suo suicidio iniziai ad ascoltare i suoi testi con più attenzione, quasi volessi cercare la risposta del suo gesto all'interno dei brani. Non lo dissi mai a nessuno, ma era il mio idolo: per come cantava, per le canzoni in cui percepivo un senso di malinconia (allora non utilizzavo questa parola, non la conoscevo, e quindi dicevo "tristezza") e per il gesto che aveva compiuto (per me era come un eroe).
Col crescere conobbi altre canzoni, ma in casa piacevano solo a me e quindi le ascoltavo quando capitavano alla tv, alla radio o in giro. Canzoni come: "Losing my religion" (la domenica mi svegliavo verso le ore 6 perché su Italia1, prima della programmazione, c'era la rotazione musicale e a quell'ora mettevano la canzone dei REM; la adoravo), "Another Brick in the Wall", "Enjoy the Silence" e molte altre. 
Durante le medie sono andata in visibilio per i Queen, che ascoltavo a manetta con le audiocassette che mi facevo duplicare in classe; a pensarci oggi la cosa fa molto ridere! I giovanissimi neanche se la immaginano una situazione del genere. Giusto, non posso dimenticare i primi amori per la musica classica: Mozart e Beethoven.
 Durante tutta l'adolescenza avevo in testa un brano per ogni situazione che mi capitava, quasi la mia vita fosse un film e la canzone scelta, un pezzo della colonna sonora. 
Ora la cosa si è estesa: posso avere uno o più album a seconda del periodo della vita che sto attraversando. Si capisce che quando ero più giovane avevo un repertorio minore cui attingere, mentre ora posso trovare, qualora non lo avessi, il pezzo giusto per la condizione mentale del momento. Per questo motivo, quando pubblicavo i post "Frammenti di diario"spesso vi associavo una canzone: perché la vedevo bene con lo stato descritto, pur non conoscendo bene il testo.
Avendo una personalità non proprio "solare" (e già il fatto che mi piacesse Tenco la diceva lunga)  gli artisti/gruppi che preferisco sono: gli AIR, i Digitonal, i Radiohead, i Muse, i Depeche Mode, i Röyksopp, i Portishead, The Antlers, Björk, The Velvet Underground...per dirne alcuni.
Grazie alle web radio attingo sempre nuova musica, come gli artisti dei sopra indicati album. Mi domando il perché in Italia certa musica faccia fatica a passare (o non passi per niente)...

ps: se volete lasciare un commento indicando il vostro artista preferito, mi fareste davvero piacere!

mercoledì 7 maggio 2014

Roma giorno 1

...che cosa vi stavo raccontando? Ah si, del nostro viaggio a Roma... 
Dunque...dopo aver prenotato con largo anticipo la camera, i biglietti del treno e la RomaPass (che ci è risultata molto utile per gli spostamenti in metro e per evitare le code nelle biglietterie nonché per aver due ingressi gratuiti ai musei e siti archeologici), arrivati a Roma Termini, ci siamo recati al B&B Castro Pretorio dove abbiamo alloggiato tutti e quattro i giorni. 


La proprietaria è stata molto gentile nel fornirci la preziosissima mappa della città dove ci aveva indicato i percorsi migliori da fare per raggiungere le varie mete turistiche e le linee metro necessarie. Ci ha lasciato la chiave del palazzo e della camera per avere la massima libertà di movimento. La colazione della mattina era abbondante e c'era per tutti i gusti, dal dolce al salato.

Dopo aver lasciato i bagagli, abbiamo deciso di andare in giro per la città. 
Chiaramente c'eravamo fatti un itinerario da seguire, ma una volta a spasso per le vie, è stato impossibile passare senza soffermarsi su quanto di bello Roma ha da offrire a cielo aperto.

Per visualizzare il resto delle foto, cliccate Read more!

I'm totally in love with...















venerdì 2 maggio 2014

Pane, porchetta e fave


Cari lettori, lavoratori e non, spero che abbiate avuto tutti un buon Primo Maggio!
Noi siamo stati ad una festa organizzata da VibramenteC'era proprio tutto per stare bene: del buon cibo, della buona musica, un prato e tanta gente con cui stare. Pensate, c'era anche il sole! Chi lo avrebbe mai detto, dopo giorni ininterrotti di pioggia.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...